Seguici su   facebook youtube
02/07/2013   Condividi
GRANDE SPETTACOLO NELL' OVER 40
E MASSIMO MACARO VA DAL TOSARELLO AI MONDIALI

Inizia alla grande l’edizione numero 25 del torneo di basket sotto le stelle intitolato alla memoria di Peppino Tosarello. Nel primo fine settimana si è giocato il tabellone dedicato ai veterani, giocatori dai 40 anni in su che nell’ultimo quarto di secolo hanno giocato almeno una volta nella manifestazione. Quattro squadre e più di 60 cestisti hanno catalizzato l’attenzione di oltre mille persone nelle due serate. Il risultato numerico dice che il Team Tari ha battuto il Team Marigliani nella finalissima con il punteggio di 80-77 e il Team Ranieri ha sconfitto nella finalina per il terzo posto (54-50) il team Cannucciari, ma ha vinto lo sport e la gente di ogni età che ha applaudito giocatori a volte un po’ appesantiti nel fisico e con i capelli striati d’argento, ma forieri di una voglia di giocare e una padronanza della tecnica oggi raramente in vista nei campionati ufficiali. Mattatore di turno Gabriele Casalvieri, ala di 42 anni originario di Borgo Carso, che ha insaccato 40 punti in due serate trascinando il team Tari alla vittoria. Tra gli sconfitti hanno brillato Pino Romano (27 punti nella finale non sono bastati per vincere) e il play dell’Iris Gaeta Massimo Macaro, che a fine settimana partirà per la Grecia con l’Italia over 40 per disputare i mondiali di categoria. Alla due giorni d’apertura hanno partecipato cestisti provenienti da Roma, Nettuno, Aprilia, Cisterna, Anzio, Latina, Sezze, Terracina, Fondi, Scauri e Veroli: una specie di vademecum del basket laziale di alto livello di questi ultimi 25 anni. Da oggi si parte con Tosarello canonico con due partite per sera. Alle 19.30 nella categoria Junior (